Continua il viaggio del Progetto GAP nelle scuole italiane.

Venerdì 16 febbraio abbiamo incontrato gli studenti ed i docenti dell’Istituto Villa Flaminia di Roma.

Circa 200 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni hanno seguito con partecipazione e interesse gli interventi della Dott.ssa Elisabetta Iovene, Parent Coach e docente del Progetto GAP, e del Maggiore Alberto Pinto dell’Arma dei Carabinieri, Comandante della Compagnia Roma-Trionfale.

Tra i temi affrontati:

  • l’uso consapevole di smartphone e social media
  • gli effetti di un’eccessiva esposizione ai social media su attenzione, concentrazione e relazioni interpersonali
  • i rischi legati alla condivisione di video e foto online
  • i confini della legalità nel mondo reale e nel mondo digitale: dalla detenzione di stupefacenti ai comportamenti dietro al display

Felici di aver gettato un altro seme per la prevenzione delle nuove dipendenze giovanili e di aver contribuito alla diffusione della cultura della legalità.

Prossima tappa: Matera!

 

Ricordiamo che la Piattaforma resterà attiva fino al mese di giugno 2024 e che i suoi contenuti sono completamente gratuiti e fruibili senza vincoli di luogo e tempo.

Per accedere basta andare su www.formazione.progettogap.it ed inserire le proprie credenziali (nome utente e password);
chi non è in possesso delle credenziali, può farne richiesta cliccando su ISCRIVITI.

 

*Il progetto “G.A.P. GIOVANILE. QUANDO IL GIOCO DIVENTA DIPENDENZA. Strategie di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo patologico” è stato realizzato con il finanziamento concesso dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali per l’annualità 2021 a valere sul Fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel terzo settore di cui all’art. 72 del decreto legislativo n.117/2017.