Area Giovanile

TITOLO PROGETTO:  Sport hAPPenings. Nuovi luoghi di aggregazione per giovani di tutte le nazionalità COMMITTENTE: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociale ENTE REALIZZATORE:  Polisportive Giovanili Salesiane PGS ENTE ASSOCIATO: Fondazione Laboratorio per le...

leggi tutto

M.A.R.E.A – Mobilitare ed Avviare una rete per l’Educazione degli Adulti.. (Regione Lazio) (2004).

La convergenza tra le spinte della Commissione europea (il principio del life long learning) le esigenze di formazione continua connesse alle evoluzioni tecnologiche, organizzative e culturali, ha fatto sì che anche in Italia si siano cominciate a sperimentare iniziative di integrazione tra i sistemi, eredi delle storiche 150 ore evolutesi nelle forme via via più complesse del riconoscimento dei crediti, delle collaborazioni tra Università ed imprese, dei passaggi dei giovani e degli adulti tra i vari sistemi in forma organizzato ed “accompagnata”. Ecco perciò che nasce l’esigenza di disegnare un sistema articolato di offerta formativa e di potenziarne l’efficacia tramite la creazione di una rete integrata che offra ai cittadini giovani ed adulti l’opportunità di acquisire conoscenze e competenze funzionali di base, e trasversali da spendere nella vita di tutti i giorni e sul posto di lavoro.

leggi tutto

Inchiesta sulle problematiche giovanili e sull’offerta di servizi per i giovani nell’area di Pistoia. (2000)

Oggetto della ricerca sono stati i giovani nella fascia dai 14 ai 18 anni, fascia d’età che risulta, in generale, la meno conosciuta e seguita dalle istituzioni pubbliche. A questa età i ragazzi, contemporaneamente, escono dall’orbita della scuola dell’obbligo, da quella dei servizi religiosi, dai servizi dell’extrascuola, e (spesso a questa età) anche dalle associazioni sportive, in alternativa alle quali ci dovrebbe essere un difficile ingresso nel mondo del lavoro.

leggi tutto

Valutazione del Centro Informagiovani del Comune di Roma. (2000)

L’équipe della Fondazione ha letto, sistematizzato ed analizzato la documentazione disponibile sulla Rete Informagiovani, ed in particolare i “report” periodici prodotti dagli affidatari e le indagini presentate dalla Società ABACUS. Ha poi effettuato una serie di interviste a ‘testimoni privilegiati’, sia dell’Amministrazione Comunale sia tra gli affidatari. Ha inoltre visitato i CIG e i BIG e condotto un approfondimento del sito . Ha chiesto infine a tre giovani di consultare il sito e di visitare un CIG e un BIG, per poi scrivere un minireport sulle loro impressioni e sui risultati delle loro ricerche come utenti.

leggi tutto